Contenuto principale

1) documento di riconoscimento in corso di validità e codice fiscale delle parti;

2) provvedimento di delega del Tribunale che nomina il notaio per l’inventario, ovvero quando possibile delega diretta da parte degli interessati;

3) eventuale provvedimento del Tribunale di proroga del termine per l’inventario;

4) dichiarazione sostitutiva di atto notorio che attesti chi siano gli eredi, in caso di inventario in materia successoria;

5) per inventario di tutela: provvedimento di nomina del tutore, e documenti d’identità di due testimoni (scelti tra i parenti o gli amici di famiglia);

6) elenco dei beni mobili da inventariare, con indicazione per ciascuno del relativo valore (da verificare successivamente in sede di operazioni di inventario);

7) documento di riconoscimento e codice fiscale di un soggetto terzo, che deve interverrà quale estimatore (sia per gli oggetti preziosi che per gli altri beni mobili in genere);

8) in caso vi siano immobili, copia del titolo di provenienza, e documentazione catastale relativa;

9) documenti di riconoscimento e codice fiscale degli eredi, del tutore e del protutore (se presenti);

10) verificare preventivamente se il Tribunale ha ordinato l’apposizione di sigilli.